I fabbricanti

Grimaud

Grimaud

NazioneFrancia
LuogoParis
Periodo1851 - 1962
Nel 1840 Baptiste-Paul Grimaud di 23 anni di Brûlain vicino a Niort si trasferì a Parigi. Nel 1848 acquistò il laboratorio del fabbricante Arnould, fondato a Parigi nel 1750, e nel 1851 unì le forze con due mercanti, Eugène Martineau e Marcel Bourru, che alla fine gli vendettero la loro attività di produzione di carte da gioco.
Industrializzando il processo di fabbricazione delle carte e acquistando o superando i suoi concorrenti (Camoin nel 1885, Lequart e Mignot nel 1891, Bony, Dieudonné e Fossorier e Amar nel 1910), Grimaud divenne gradualmente il più grande produttore di carte francesi.
All'Esposizione di Parigi del 1900 l'azienda ricevette numerosi premi. Dopo la morte di Baptiste-Paul Grimaud nel 1899, gli succedettero i nipoti che parteciparono all'edizione dei Tarocchi di Marsiglia.
Nel 1962, Jean-Marie Simon, che nel 1946 aveva creato il marchio Ducale, acquistò Grimaud per diventare il produttore numero uno di carte da gioco in Francia, fondando la società France Cartes. Nel 1989, Yves Weisbuch ha rilevato l'azienda che aveva contribuito a far crescere dal 1962 come responsabile delle vendite. Con l'acquisizione di Héron nel 1994, France Cartes è diventata Groupe France Cartes, che in seguito si unì al gruppo internazionale Carta Mundi nel 2014. 1

Riferimenti
1 Wikipedia.

Baptiste Paul Grimaud

NazioneFrancia
LuogoParis
Periodo1851 - 1858
Nel 1840 Baptiste-Paul Grimaud di 23 anni di Brûlain vicino a Niort si trasferì a Parigi. Nel 1848 acquistò il laboratorio del fabbricante Arnould, fondato a Parigi nel 1750, e nel 1851 unì le forze con due mercanti, Eugène Martineau e Marcel Bourru, che alla fine gli vendettero la loro attività di produzione di carte da gioco.
La data di inizio attività di Grimaud è tuttavia incerta. Nel libretto allegato carte "La Magicienne" appare la scritta "depuis 1750", in quello allegato al Tarot d'Epinal "Cartomancie Grimaud - depuis 1790", mentre in vari altri mazzi appare la scritta "Maître cartier á Paris depuis 1848" e Sylvia Mann afferma che la ditta fu fondata nel 1832. "Papeterie et papetiers de l'amcien temps" afferma che la ditta fu fondata nel 1851".
Industrializzando il processo di fabbricazione delle carte e acquistando o superando i suoi concorrenti (Camoin nel 1885, Lequart e Mignot nel 1891, Bony, Dieudonné e Fossorier e Amar nel 1910), Grimaud divenne gradualmente il più grande produttore di carte francesi.
All'Esposizione di Parigi del 1900 l'azienda ricevette numerosi premi. Dopo la morte di Baptiste-Paul Grimaud nel 1899, gli succedettero i nipoti che parteciparono all'edizione dei Tarocchi di Marsiglia.
Nel 1962, Jean-Marie Simon, che nel 1946 aveva creato il marchio Ducale, acquistò Grimaud per diventare il produttore numero uno di carte da gioco in Francia, fondando la società France Cartes. Nel 1989, Yves Weisbuch ha rilevato l'azienda che aveva contribuito a far crescere dal 1962 come responsabile delle vendite. Con l'acquisizione di Héron nel 1994, France Cartes è diventata Groupe France Cartes, che in seguito si unì al gruppo internazionale Cartamundi nel 2014.
Le denominazioni cambiano leggermente nel tempo.
- B. P. Grimaud & Cie (1858). Anno in cui acquista da Firmin Chappellier il brevetto degli angoli arrotondati).
- B. P. Grimaud et Chartier (1866). Charles Chartier diviene socio e fornisce il capitale per l'acquisto di nuovi macchinari).
- Grimaud, Chartier et Marteau (188x). Léo Marteu era il nipote di Grimaud.
- Grimaud, Chartier et Marteau succ. (1895 ?).
- B. P. Grimaud & Cie (o Chartier, Grimaud & Boudin) (1899). I soci erano Chartier, Marteau frères et Boudin.
- B. P. Grimaud - Chartier - Marteau & Boudin (1920-195x?). In Rue de Lancry 54. Paul Marteau ne fu il direttore dal 1920.
Rilevò l'attività dell'Imprimerie/Imagerie Pellerin et C.ie (1876), di Camoin (1885), di Pussey (1890), di Lequart et Mignot (1891) mantenendone il marchio fino al 1895, Dieudonné e di Fossorier et Amar (1910) e sembra che prima del 1928 avesse acquisito il controllo di Bony et C.ie 1.
J. M. Simon di Nancy ne ha rilevato l'attività nel 1962 (IPCS 28-3, pag. 76) in società con Waddingtons da cui rilevò l'intera proprietà nel 1968. Il marchio Grimaud continua ad essere utilizzato, da solo o con quello del nuovo proprietario.
Il Times del 12 maggio 1963 riporta che John Waddington, Thomas De La Rue & Co. e B.P. Grimaud & Cie hanno dato vita alla Amalgamated Playing Card Co. Ltd. mettendosi in società per la produzione delle carte da gioco 21 2

Riferimenti
1 IPCS 28-4, pag. 198.
2 Roger Tilley, "A history of playing cards", pag. 180.
3 Wikipedia.
4 Sito web WOPC.



Lista dei mazzi di carte nel museo 7bello