I mazzi standard

Trappola

Semi: italiani
Carte: 36
Figure: intere, speculari
Denominazioni alternative: Trapulier (ceco: Trappola), Trapulka(ceco: Trappola), Špady Karty (ceco: Carte con le spade)
Non più prodotto


Lista dei mazzi di carte nel museo 7bello


Descrizione


I mazzi della Trappola furono stampati a partire dal 1740 circa nell'ex impero austro-ungarico ed erano gli unici mazzi a semi italiani usato fuori dalla nostra penisola.
Sono mazzi da 36 carte riconducibili a quattro tipi standard 1, di cui tre austriaci e uno cecoslovacco oltre a una variante tedesca.

I nazisti ne proibirono l'uso, minacciando pene severe per i trasgressori, perché i semi erano diversi da quelli usati in Germania, dove esistono solo mazzi a semi tedeschi e francesi. Le carte da gioco hanno resistito nella loro lunga storia ad ogni tipo di persecuzione, ma il mazzo da Trappola non ce l'ha fatta. La "Trappola di Praga", detto localmente Trapulier, Trapulka o Špady Karty (carte con le spade) fu l'ultimo mazzo di questa famiglia a essere stampato.

Con i mazzi da Trappola si giocava a Bulka, Sekaná, Sable e Stovkahra.
Sembra che quest'ultimo gioco sia ancora in voga in Romania fra comunità di ex cecoslovacchi, utilizzando però carte a semi tedeschi data la mancanza di mazzi appropriati.

In questo mazzo i bastoni (bastony), e le spade (špady) avevano chiaramente il nome preso dall'italiano, come la figura intermedia (Kaval). Il mazzo riprodotto ha fabbricante e bollo austriaci.

Carte identificative comuni ai vari tipi sono l'asso di coppe sormontato da un uccello (un'aquila?) e le figure di denari con due semi (quattro se a figure speculari), salvo che nella Trappola Imperiale del XIX secolo 2, in cui solo il fante ha tale caratteristica.



  1. IPCS sheet 40-43 ↩︎

  2. IPCS sheet 43 ↩︎