I fabbricanti

Fournier

Fournier

NazioneFrancia
LuogoParis (Rue St. Jacques 31)
PeriodoXVIII secolo

Pierre Fournier

NazioneFrancia
LuogoParis
Periodoinizio XVIII secolo

Nicolas Fournier

NazioneFrancia
LuogoOrleans
Periodo1775 - 179x
La famiglia Fournier con la Rivoluzione fu costretta a lasciare la Francia e emigrare in Spagna.

Hermanos Fournier (o Litografía Burgos)

NazioneSpagna
LuogoBurgos
Periodo1860 - 1868
Erano i fratelli Braulio stampatore e Heráclio incisore, figli di Lázaro Fournier, uno stampatore nato nel 1789. Altri due fratelli, Gervasio e Julián, facevano parte della ditta prima del 1860, quando l'azienda iniziò a stampare carte da gioco. Al momento della stampa del primo mazzo Braulio aveva 21 anni ed Heráclio solo 11.

Braulio Fournier

NazioneSpagna
LuogoBurgos
Periodo1868 - 1888
Nato nel 1839 morì nel 1888.

Heráclio Fournier y Gonzáles

NazioneSpagna
LuogoVitoria-Gasteiz (Plaza Nueva 5 (1868-1875), Calle Florida (1875-1880), Calle San Prudencio 6 e magazzino Calle Estacion 20 (1880-1887), Calle de los Fueros 27 esquina Calle Manuel Iradier (1887-1912))
Periodo1868 - 1912
Nato nel 1849, si stabilisce a Vitoria e fonda una piccola tipografia in Plaza España. L'attività prospera rapidamente e Fournier si trasferisce in locali più grandi.
Dopo un ottimo inizio con metodi di stampa innovativi, nel 1877 chiede a un professore della Scuola di Arti e Mestieri di Vitoria, Emilio Soubrier e al pittore Díaz de Olano, di disegnare un mazzo di carte che rappresenta il preludio delle attuali carte da gioco spagnole.
Heraclio Fournier continua a includere nuove tecniche relative alla stampa. Se in Europa, dal 1880, le manifatture della carta iniziarono ad essere incollate a macchina, Heraclio Fournier andò ancora oltre lanciando sul mercato le carte a foglio singolo con vernice avorio. Quando nel 1887 realizzò il sogno di una propria fabbrica, alla confluenza di Calle Iradier con Fueros nella capitale di Alava, Eraclio intraprese l'avventura dei mazzi litografici a dodici colori. La qualità e l'originalità del mazzo litografico a 12 colori non passa inosservata, ottenendo diversi riconoscimenti per le tecniche di progettazione e stampa. Nel 1884 vinse la medaglia per il design all'Esposizione Provinciale di Álava. Tra gli altri premi in varie mostre, nel 1884 vinse il premio all'Esposizione per la Promozione delle Arti di Madrid, nel 1889 vinse il premio per il disegno di carte da gioco all'Esposizione Universale di Parigi e nel 1890 il premio all'Esposizione delle Arti Società Scientifica di Madrid per i progressi tecnici nella stampa. Questi premi rappresentano un riconoscimento nazionale e internazionale del marchio.
Morì a Vichy il 28 giugno 1916 senza lasciare figli maschi. Alcuni mazzi stampati verso il 1930 portano come data di fondazione 1870 1 anziché il 1868. 1

Riferimenti
1 Alta carta.
2 WOPC, Fournier.

Viuda de Braulio Fournier

NazioneSpagna
LuogoBurgos
Periodo1888 - 1920

Viuda e Hijos de Heráclio Fournier

NazioneSpagna
LuogoVitoria-Gasteiz (Calle de los Fueros 27 esquina Calle Manuel Iradier)
Periodo1912 - 1931
Direttore il nipote di Heráclio Fournier, Félix Alfaro Fournier. Rileva Hijo de Torras y Lleó e Luis Guarro nel 1930.

Hijos de Braulio Fournier

NazioneSpagna
LuogoBurgos
Periodo1920 - 1930

Hija de Braulio Fournier

NazioneSpagna
LuogoBurgos
Periodo1930 - 1978
Gestita dalla figlia e successivamente da un nipote di Braulio Fournier.

Hijos de Heráclio Fournier

NazioneSpagna
LuogoVitoria-Gasteiz (Calle de los Fueros 27 esquina Calle Manuel Iradier)
Periodo1931 - 1945
Rileva nel 1934 la Fábricantes de Naipes de España S.A., poco dopo de Oléa e Durá e verso il 1940 Gonzáles e Maria Gonzáles Risso.

Naipes Heráclio Fournier S.A.

NazioneSpagna
LuogoVitoria-Gasteiz (Calle de los Fueros 27 esquina Calle Manuel Iradier (1945-1992), Calle Heráclio Fournier 19 (1992-oggi))
Periodo1945 - oggi
Nel 1948 Naipes Heraclio Fournier è già diventata leader assoluto nel mercato nazionale. Per rispondere alla crescente domanda, si è trasferita in un nuovo stabilimento più grande, che incorpora gli ultimi progressi tecnologici dell'epoca, ponendo così le basi per il suo consolidamento internazionale. Rileva nel 1962 Roura.
Nel 1986 Fournier e USPCC (The United States Playing Card Company) uniscono le forze per formare un tandem di leader assoluti a livello mondiale. Nel 1993 Naipes Heraclio Fournier si trasferisce nella sede attuale per soddisfare adeguatamente i requisiti di qualità richiesti a livello internazionale. Nel 2016, la società è stata incorporata in Newel Brands e il gruppo formato da Naipes Heraclio Fournier e The United States Playing Card Company detiene una quota di oltre il 35%. Il 31 dicembre 2019 Carta Mundi annuncia il perfezionamento dell'acquisizione della United States Playing Card Company (USPC) e della Naipes Heraclio Fournier SA, mantenendo i rispettivi marchi.
L'ultimo esponente della famiglia, Féliz Alfaro Fournier, morì il 23 gennaio 1989.
Marchi "Escudo de Barcelona" (stemma di Barcellona, ex Wenceslao Guarro - quadripartito con croci e linee), "Escudo de Vitoria" (scudo di Vitoria, con torre), "El León y las Torres" (il leone e le torri, ex Hijo de Torras y Lleó), "El Avion" (l'aeroplano, carte da bridge), "Los dos Tigres" (le due tigri, ex Maria Gonzáles Risso), "El Heraldo" (l'araldo, ex Segundo de Oléa, il marchio verrà copiato in Ecuador alla fine anni '70), "Titi" (1939 circa ristampato dal 1962), "Rueda alada" (ruota alata, 1935 circa ristampato dal 1962), "Monte" (1919-1925 circa), Fox-trot (1931), Marchi Fournier. Per le Filippine utilizza i marchi "Manga" (mango) e "Volcan" (vulcano).



Lista dei mazzi di carte nel museo 7bello