I fabbricanti

Baragioli

Enrico Baragioli & C.

NazioneItalia
LuogoFirenze
Periodo1803 - 183x

Vincenzio Baragioli

NazioneItalia
LuogoFirenze (In condotta 598, via dei Bardi 16 (abitazione))
Periodo1803 - ignoto
Fu probabilmente il capostipite della famiglia di fabbricanti fiorentini.

Giuseppe Baragioli

NazioneItalia
LuogoFirenze (Via della Scala presso la volta dell'Arcivescovado)
Periodo1824 - dopo il 1835
Nel 1835 era uno dei tre maggiori fabbricanti di carte operanti a Firenze.

A. Baragioli & C.

NazioneItalia
LuogoFirenze
Periodo182x

Enrico Baragioli

NazioneItalia
LuogoFirenze
Periodo186x

Fratelli Baragioli

NazioneItalia
LuogoFirenze
Periodoignoto - 1870
Enrico e Attilio, probabilmente figli di Giuseppe. Enrico rinunciò all'attività nel 1870 a favore del fratello. 1

Riferimenti
1 Fonte Franco Pratesi.

Attilio Baragioli

NazioneItalia
LuogoFirenze
Periodo1870 - 190x
Nel 1885 entrò in società con Italo Polese di Raffaello, che fornì il capitale per la prosecuzione dell'attività. Attilio Baragioli mise macchinari per il medesimo importo, come da inventario. Dallo stesso documento si evince che la società durò un anno, sciolta il 18 gennaio 1886 per costituire una nuova società tra Attilio Baragioli e Michele Mozzon. Si costituì così la società in accomandita semplice allo scopo di fabbricare e vendere carte da giuoco, sotto la ragione sociale "Attilio Baragioli e C°.".
L'inventario fornisce anche l'elenco delle carte fabbricate e il loro prezzo: Minchiate 190 cent, 40 grandi 80 cent, 52 grandi a due teste 80 cent, 40 grandi a due teste 80 cent, 32 grandi a due teste 70 cent, Piccole 55 cent, Romane 55 cent, Napoletane 45 cent, Cartine giocattolo 5 cent.
La notazione sull'inventario "carte in cartoncino con figure colorate al 30%" fa presumere che le carte fossero colorate a mano.

Baragioli A. e C.

NazioneItalia
LuogoFirenze (Piazza del Duomo 2)
Periodo1896
Riferimenti
Annuario Regno d'Italia 1896.



Lista dei mazzi di carte nel museo 7bello