Termini tecnici
  

Le descrizioni sono volutamente sintetiche. Se il termine è sottolineato è possibile saperne di più cliccando sullo stesso. 

asso carta numerale con raffigurato un solo seme. Non esiste nelle carte a semi tedeschi e svizzeri. In queste ultime la carta con un solo seme, disegnato su una bandiera, è il 10 (banner o panner). 
Il nome di questa carta viene da un'antica moneta romana, l'as. Era la moneta di minor valore, come questa carta che in origine era quella che valeva meno di tutte. 
 
bollo  timbro, stampa, filigrana, fascetta di carta o impronta a secco apposto sulle carte da gioco o sulla confezione per certificare il pagamento di una tassa.
 
figure
carte con raffigurata una 
figura umana e il seme

figure intere

figure disegnate dalla testa ai piedi  

figure speculari  

figure riprodotte specularmente in modo che, comunque si tenga in mano la carta, la figura visibile è sempre uguale.
Sono dette anche figure a due teste, reversibili o capovolgibili

figure doppie

figure che presentano immagini differenti nelle due metà del disegno
 
indici indicatori che mostrano valore e/o seme della carta, posti di solito in alto a sinistra e in basso a destra o nei quattro angoli.
 
matrice  tavola (in legno, pietra o metallo o altri materiali) su cui è inciso il disegno delle carte. Inchiostrando la matrice e pressandola su carta si ottiene la stampa.
 
mazzo 
l'insieme delle carte che servono per il gioco

mazzo standard

mazzo stampato da diversi fabbricanti con disegno molto simile.

mazzo non standard 

mazzo con disegni di fantasia tipici di un solo fabbricante.
 
minchiate mazzo da 97 carte con 40 numerali, 16 figure e 41 onori o trionfi.
 
numerali carte che hanno riprodotto un numero di semi pari al loro valore. Il numerale con un solo seme è detto asso. Possono avere, oltre ai semi, vignette e disegni ornamentali. 
Sono dette anche
scartine o cartiglie.
 
onori carte del tarocco (22) o delle minchiate (41) che non hanno seme. Sono detti anche lame, trionfi o arcani.
 
retro parte della carta, detta anche dorso, opposta al verso. In un mazzo i retri delle carte sono tutti uguali, salvo in pochissimi mazzi non standard particolari.
 

retro rivoltinato

tipo di retro usato un tempo in Italia e Giappone in cui la carta che riveste il dorso veniva ripiegata sul verso
 
seme
simbolo
  che identifica 
ciascuno dei gruppi di carte 
che compongono un mazzo

semi francesi

  cuori, quadri, fiori e picche 

semi latini

  ori o denari, coppe, bastoni e spade. Possono essere a semi italiani, portoghesi e spagnoli 

semi svizzeri

  fiori, campanelli, scudi e ghiande 

semi tedeschi

  cuori, campanelli, foglie e ghiande 
 
solitario gioco che si fa da soli. In inglese è detto patience e lo stesso termine identifica le carte spesso usate per questi giochi, più piccole del normale (circa mm. 70 x 50).
 
sistemi di stampa

calcografia

stampa ottenuta da matrici incise su metallo

cromolitografia o litografia a colori

evoluzione della litografia con sfumature date da puntini irregolari disegnati sulla matrice  

litografia

stampa ottenuta da matrici disegnate su pietra con matita grassa

 litografia a punti

stampa con colori composti da puntini disposti in modo regolare

offset o fotolitografia

stampa ottenuta riproducendo l’immagine dalla matrice su un altro supporto e poi su carta 

rotocalco o rotocalcografia

stampa che si ottiene mediante l’inchiostro depositato nell'incavo della matrice (es. calcografia)

tipografia o letterpress

stampa che si ottiene mediante l’inchiostro depositato sulla superficie in rilievo (es. xilografia)

xilografia

stampa ottenuta da matrici in legno
 
tarocchi mazzo di carte con 22 onori o trionfi e quattro figure per seme, oltre ad assi e numerali.
 
verso fronte parte della carta su cui è stampato il disegno, la parte opposta è il retro o dorso.