Svezia
  

Mazzo  Carte Figure Semi
Svedese 52 Speculari Francesi
Killekort 42 Intere Senza semi

 

Dizionario

carte da gioco Spelkort
cuori Hjärter fiori Klöver (trifoglio come in francese)
quadri Ruter o Ruta picche Spader
fante Knekt donna Drottning o Dam
re Kung asso Es

 
In questa nazione i mazzi usati per giocare avevano i loro antenati nei mazzi tedeschi a semi francesi, derivati a loro volta da quello di Rouen I e di Parigi

I primi documenti svedesi che parlano delle carte da gioco sono del 1498 mentre il più antico mazzo di carte ritrovato in Svezia è del 1560 circa, un mazzo a semi francesi stampato a Rouen. 

Esiste un mazzo a disegno standard: 

Svedese da 52 carte a figure speculari con semi francesi. Nasce agli inizi del secolo 20° prodotto da Öberg. 

J. O. Öbergs & Son - 1933J. O. Öbergs & Son - 1933 Aktieb Öbergs J. O. & Son - 1959Aktieb Öbergs J. O. & Son - 1959
Carte caratteristiche sono le donne dei semi neri che hanno in mano un ventaglio, 
quella di fiori aperto e quella di picche chiuso. Nessun re ha un globo. 
Il mazzo stampato dalla stessa ditta venne rivisto nel secondo dopoguerra, 
aggiornando il disegno in modo da renderlo più moderno. 
    

Klassiske Spillekort - OffasonKlassiske Spillekort - Offason

Altre due ditte svedesi stampano questo mazzo:

 

la Offason ha in suo disegno che rispetta quello standard. 

 

mentre il mazzo stampato da Olsen
 ha tutti i fanti e i re con barba e baffi;
 i re hanno tutti in mano un globo.

Olsen SpillekortOlsen Spillekort

 

Spelkort no. 120 - Piatnik Ferd. & Söhne - 1974 Spelkort no. 120 - Piatnik Ferd. & Söhne - 1974 

Senator Luxor - Carta Mundi   Senator Luxor - Carta Mundi 

Il mazzo stampato dalla Piatnik di Vienna ha tutti i re 
con in mano un globo sormontato da una croce
Quello prodotto dalla belga Carta Mundi ha la donna di 
picche con in mano uno specchio e tutti i re senza globo. 

   

Viene anche stampato un gioco che fa parte della famiglia del Cuccu, diffusa in passato e oggi presente solo in Italia e in Svezia. 

Killekort, chiamato in precedenza Prima Kambio-Kort o Cambio. È composto da 42 carte a figure intere, ma è noto anche un mazzo conservato al British Museum di Londra in cui le figure, sempre intere, sono riprodotte specularmente. 
Il primo mazzo stampato in Svezia di cui si hanno notizie certe è del 1741. 
Il mazzo è diviso in due serie di 21 carte ripetute, con 12 carte numerali che portano disegnato un numero di gigli araldici corrispondente al valore. Inoltre ci sono 9 figure, cui nella tabella è abbinata la corrispondente carta del Cuccu, che sono nell'ordine: 

Nome Descrizione Carta del Cuccu
Arlequin o Harlekin Arlecchino con tromba (?) e cappello con ali. Questa carta è chiamata anche Kille, da cui il nome al gioco Matto
Blaren o Blarren busto d'uomo con campanelli e berretto con foglie Mascherone
Blompottan o Blomkrukan vaso di fiori Secchia
Kransen o Ringen ghirlanda di fiori e foglie Nulla o numerale 0 per alcuni autori
  numerali da 1 a 12 numerali da 1 a 10
Wärdshus o Värdshus locanda con davanti un uomo a cavallo Fermatevi alquanto
Cavall, Cawal o Kavall uomo a cavallo con sciabola e armatura Salta
Husu, Hussu, Svinet o Sohugg cane e cinghiale Gnao
Husar ussaro con sciabola e pistola Bragon
Cucu o Kuku uccello Cuccu

È possibile vedere il confronto tra le carte dei mazzi di questa famiglia

Prima Kambio-Kort - Öberg - Aktieb J. O. & Son - 192x

Killekort - Öbergs Esselte AB - 197x

Il nome con cui il mazzo era conosciuto nel passato, Cambio o Kambio-Kort, è chiaramente di origine italiana e si riferisce ad un gioco fatto con le carte del Cuccu in cui si chiede all'avversario lo scambio di carte. 

Su alcuni mazzi si trovano anche le scritte Campio, Camfio e Kamfio, mentre il nome Kille si registra per la prima volta nel 1833. 

Il disegno del mazzo ha subito poche variazioni, questo del 1920 circa non è molto diverso dal mazzo moderno, cambiando solo il nome delle figure o la posizione in cui questo è stampato. 

Belle riproduzioni di vecchi mazzi di Killekort Kortlekar e notizie sul gioco sono in internet nel sito di Johan Petterson www.itv.se e altre riproduzioni le trovate nel sito old.no di Tor Gjerde.

Killekort - Lithografiska AB - 1905÷1940