Russia - ex Unione sovietica
  

Mazzo Carte Figure Semi
Russo II 36 Speculari Francesi

 

Dizionario

carte da gioco Карτы игралъные (Kartii igrāl'nyie) o Koloda kart
cuori Червы (Chervi) o Chervonnaja mast fiori Трефы (Trefy) o Trefovaja mast (dal francese trčfles) o Крести (kresti)
quadri Бубны (Bubny), Bubi o Bubnovaja mast picche Пики (Piki o Pikovaja mast) (dal francese piques) o Вини (Vini)
fante Валет (Valet dal francese) donna Дама (Dama) (dal francese dame)
re Король (Korķl') asso Toos o Туз (Tuz)

 

Le carte in Russia sono note dal 16° secolo, oggi solo a semi francesi, ma in passato furono utilizzate anche carte a semi tedeschi, come quelle citate nel volume di Sylvia Mann Sylvia Mann - All cards on the table n. 120 - Imperatorskago Vospitatel'nago Doma - 188x molto simili al mazzo di Franconia
Durante il periodo sovietico la fabbrica del monopolio per le carte da gioco era a Leningrado, cittā che oggi ha ripreso il settecentesco nome di San Pietroburgo. 

 

Great Russia - no. 1133 - Piatnik - 1994  Great Russia - no. 1133 - Piatnik - 1994

Un solo mazzo standard viene usato oggi in Russia: 

Russo II IPCS ex XP9 da 36 carte a figure speculari con semi francesi, deriva dal Russo I, che sostituė nel 1840 circa.

Carta identificativa č il re di fiori con scudo ed entrambe le mani visibili. 
Piatnik ne ristampa un mazzo del periodo zarista, visto il bollo sull'asso di quadri e il fante di cuori che reca sullo scudo l'aquila imperiale Russa. 

I mazzi stampati nell'ex Unione Sovietica (a destra) non avevano alcun stemma sullo scudo. 

Un mazzo con questo disegno, stampato nel 1928, č visibile in Internet nel sito di Peter Endebrock www.endebrock.de.

Atlassian - Leningradskij. Kombinat. Tzvetnoj. Pecati Sojuzpoligrafproma - 1991