Iran - Persia
  

Mazzo Carte
As Nas * serie di 5 carte ripetute 4 o pi volte

* I nomi dei mazzi non pi in uso sono in corsivo e contrassegnati da un asterisco. 


In Iran, che fino al 1935 si chiamava Persia, le carte da gioco hanno una tradizione antica, complici i mercanti che trasportavano sete e spezie dall'oriente al Mediterraneo e le invasioni dei selgiuchidi e dei mongoli. 
Quasi certamente i persiani giocavano con le carte dette mammalucche, simili a quelle conservate nel museo Topkapi Sarayi di Istanbul e conosciute come Mulk Wanuwb

Le prime carte da gioco conosciute in questa nazione sono molto simili a carte usate attualmente in India, il mazzo Moghul Ganjifa
che probabilmente di origine persiana. 
Carte di questo tipo erano chiamate
گنجفه (ganjifeh) e avevano otto semi come il mazzo indiano Rudolf von Leyden - Ganjifa - The playing cards of India; furono proibiti in Persia sotto il regno dello shah Abbas II (1647-1667)  Sylvia Mann - All cards on the table pag. 183


Le carte da gioco persiane pi note si chiamano As Nas o sans, un mazzo dipinto a mano che possiamo definire standard, anche se le figure variano nelle varie zone ed epoche. 
Questo mazzo certamente conosciuto dal 17 secolo, anche se i primi esemplari pervenutici risalgono al secolo successivo. 

Il mazzo comprende una serie di cinque carte ripetute quattro o pi volte. 
La composizione del mazzo simile a una variante del poker giocata sul Mississippi agli inizi del 19 secolo nel quale i giocatori usavano solo gli assi, i dieci e le tre figure di ogni seme
Sylvia Mann - All cards on the table pag. 183. Anche il gioco che si faceva con questo mazzo simile al poker. 

Nel mazzo As Nas i disegni, sempre a figura intera, hanno lo sfondo di un preciso colore.


Leone (As o Shr va 
Khurshd
) su fondo nero

Re (Padishah, Shh
Pish
) su fondo verde 

Regina (Bb
su fondo giallo

Cacciatore (LakkatLakat) o danzatrice (Couli) su fondo rosso

Soldato (Sarbaz o Sarbas) su fondo oro

retro

Esistono pochissimi mazzi che usano colori differenti. 

In alcuni mazzi meno recenti e pi elaborati le figure variano le loro attivit in ogni serie, mentre nelle carte pi recenti o di minor prezzo i disegni sono sempre uguali. 
Le carte sono dipinte a mano, a volte laccate, su cartoncino pesante e rettangolare, di misura ridotta rispetto alle nostre carte. Le carte in nostro possesso variano dai 50 ai 60 millimetri in altezza e dai 30 ai 40 millimetri in larghezza. 
Oltre alle carte tradizionali Persia - <1935 Persia 19 sec. - ristampa del Prado 2004  Salvatore Spoto - Le carte da gioco italiane pag. 21 Morley - Old and curious playing cards pag. 46-plate 1 Wikipedia As-Nas ce ne sono alcune che hanno disegnato solo fiori e nessuna figura umana, in stretta osservanza dell'ortodossia islamica. 
Altre hanno soggetti erotici e se ne conosce un mazzo con disegnati i protagonisti della conferenza di Teheran alla fine della seconda guerra mondiale. 

Oggi, a causa della presa di potere da parte dei fondamentalisti islamici, le carte da gioco di qualsiasi tipo sono bandite in Iran IPCS Journal 31-6 pag. 244, anche se di sicuro ce ne saranno ancora nelle case e la gente continuer di nascosto a divertirsi con i giochi tradizionali, come del resto sempre successo nella lunga storia di questo passatempo.