Corea
  

Mazzo Carte
Htou-tiyen *

80

* I nomi dei mazzi non più stampati sono in corsivo e contrassegnati da un asterisco. 

Il mazzo nazionale coreano si chiama Htou-tiyen o tujeon (투전 tavolette combattenti) Ricostruzione grafica ed è composto da 80 carte divise in 8 semi:

Da sinistra i semi sono:
Saram
(
사람 uomini),
Moul-ko-ki
o Mulgogi (
물고기 pesci),
Ko-ma-koui
o Kamagwui (
까마귀 corvi), Koueng Kwong ( fagiani),
No-ro o Nuru (
영양 antilopi),
Pyel o Byeol (
stelle),
Htok-ki (
토끼 conigli)
e Mal (
cavalli). 

Ogni seme 
ha 9 carte numerali, identificate con le cifre dall'1 al 9

e un generale (tiyang
per ogni seme

 

 

 

 

(cliccando sulle singole figure queste 
vengono ingrandite
)

I retri sono decorati con disegni simili all'incoccatura delle frecce . Il mazzo può essere ridotto a 6 o anche a 4 semi se i giocatori sono pochi. 
Le carte misuravano 160÷200 millimetri in altezza e 6÷12 in larghezza ed erano in carta oleata, cuoio
 o seta.  

Le notizie e le figure sono prese dal volume Chess and playing-cards di Stewart Culin, edito dallo Smithsonian institute nel 1898. Sullo stesso volume abbiamo trovato un'immagine con giocatori di Htou-tiyen
Altre immagini sono sul volume di Sylvia Mann Sylvia Mann - All cards on the table n. 256

Queste carte hanno origine molto antica, ma della loro storia non si hanno molte notizie certe. Risalgono probabilmente al 17° secolo, anche se il già citato Culin ne fa risalire l'origine a più antiche frecce usate a scopo divinatorio. 
Il gioco più diffuso si chiama Kap-o e Sylvia Mann ne ipotizza un legame con le Kabu fuda giapponesi, sia per la struttura del mazzo che per il tipo di gioco  Sylvia Mann - All cards on the table pag. 200

Sembra che il mazzo attualmente non sia più usato, ma abbiamo trovato in internet questa immagine; i simboli originali sono sostituiti da scritte in alfabeto coreano e i numeri in basso sulla carta sono in caratteri cinesi Internet - Tujeon, Korean Playing Cards

Il mazzo oggi più diffuso in Corea è quello delle carte giapponesi Hana fuda importate dai soldati nipponici ai tempi della loro dominazione in Corea (1910-1945). 
Le carte Hwatu
, come si chiamano in coreano, sono molto simili alle loro sorelle giapponesi, con alcune piccole varianti come i fiori dei mesi di novembre e dicembre che sono invertiti.  
È possibile trovare altre illustrazioni sul sito di Andrea Pollett http://a_pollett.tripod.com/cards.