Bolli Gran Bretagna
  

In Gran Bretagna non esisteva un bollo da applicare sulle carte come nelle altre nazioni; il pagamento della tassa era garantito in altro modo.

Cliccando sulle immagini apparirà un ingrandimento delle stesse. 

 

Regno di Giorgio III (1760÷1815)

Incarto con bollo a secco per mazzi da esportazione. 

           
Assi di picche per mazzi in vendita in Gran Bretagna e per l'export.  Tra il 1828 e il 1862 si usa un disegno con leone e unicorno e un disegno differente per l'export. Successivamente alcuni fabbricanti usano ancora il disegno precedente, ma senza indicazione della tassa. 

Dopo il 1862 non è più obbligatoria l'indicazione della tassa sull'asso di picche, sostituita da un incarto che si deve rompere per poter usare le carte. 

     

 

   
Molti fabbricanti però mettono ancora l'indicazione della tassa pagata sull'asso di picche.  Per le carte importate esisteva un incarto apposito o veniva applicata un'etichetta sulla confezione. 

 

Un libro sull'argomento "Taxation on playing-cards in England from 1711 to 1960" di John Berry è stato pubblicato dall'IPCS.