Bolli di altre nazioni
  

Questi sono bolli di altre nazioni che ho trovato sulle carte della mia collezione. 
Le riproduzioni non sono molte, ma possono servire a datare meglio un mazzo. 

 

 

Questa l'autorizzazione 
reale a fabbricare carte 
da gioco nel 1820

WOPC Jacob Holmblad

Questo Ŕ il bollo usato 
in Danimarca tra le 
due guerre mondiali. 

 

Lo stesso bollo era di colore rosso (1830-1890 circa), viola (fino al 1918 circa) e verde (1918-1940 circa) 

Questa Ŕ la marca da bollo sui mazzi dal 1900 al 1949 circa cambiando colore e alcuni particolari della stampa. 

Dal 1949 al 1963 la marca da bollo divenne questa

 

In Egitto negli anni '70 furono usate queste due fascette, per l'esportazione e per mazzi in uso nella nazione. 

   

In Giappone furono usate queste marche 
negli anni '60 dello scorso secolo. 

    

In Grecia era in uso questa fascetta verso il 1970. 
Avrebbe dovuto essere obliterata con un bollo 
che non sempre Ŕ presente. 

  

Questo bollo, con un leone rampante, 
fu apposto in Olanda verso il 1920. 

  

Questo bollo era apposto in Polonia  
durante l'occupazione nazista. 

    

In Portogallo, dopo che il bollo fu abolito verso il 1950, alcuni fabbricanti inserirono questa dicitura  sui loro mazzi di carte. 

   

Questi bolli furono usati in Russia 
verso il 1830 verso il 1900
     
Tutti i bolli portano il pellicano, simbolo di caritÓ. 
Era lo stemma dell'ospedale di Pietroburgo cui andavano i proventi di questa tassa.  
e in epoca sconosciuta mentre questo asso di quadri risale al 1870 circa

  

Questi bolli erano usati a 
san Marino
negli anni '70 

  

In Svezia prima della 
seconda guerra mondiale 
era in uso questo bollo 
(qui impresso due volte) 
per i mazzi importati 

mentre questi furono usati fino al 1960 
per i mazzi stampati in quella nazione 
(nel bollo Ŕ citata la sede del fabbricante).

   

Questo bollo era usato in Svizzera, nel cantone 
di Sangallo, dopo il 1934. 

    

Queste fascette erano in uso in Thailandia

 
 
 

Inoltre il simbolo del monopolio di stato si trova su incarti, assi di picche e, apposto con un bollo, sulle singole carte di importazione.

    

 

In Tunisia sono due i bolli apposti sulle carte, quelli del 
monopolio di Tunisi e di Kairouan. 
Il bollo di Tunisi, in nero, Ŕ su un mazzo di carte importato. 

  

In Ungheria questi bolli furono usati dal 1906 al 1940. 
Le valute sono in FillÚr ('f', 1906 - 1920 e 1927 - 1932), in Kronen 
('K', 1920 - 1926), o in Pengˇ ('P', 1932 - 1945). 

   

Questo bollo  era apposto in Yugoslavia dopo il 1918. 

   

Negli USA le tasse e le relative marche furono in uso dagli anni '60 del 19░ secolo per circa 100 anni. 

1894¸1917

1917¸1919

1924¸1940

1940¸1965

1940¸1965

Alcuni stati, in questo caso il South Carolina, hanno imposto tasse locali con relative marche.

Nel sito internet di Tom Dawson collecting playing cards si trova una lista delle tasse statali applicate sui mazzi di carte: